CF Augmented Residency
CUSCUNà26.jpg

urok shirhan

urok shirhan in residenza per

empty orchestra

Empty Orchestra riprende l’etimologia della parola composta giapponese “karaoke: kara che significa ‘vuoto’ e kesutora che significa ‘orchestra’. In questo progetto, tra i vincitori di LIVE WORKS dello scorso anno, Urok Shirhan mette in scena una performance che sviscera le tematiche di nazionalità e appartenenza attraverso il canto e la sua voce potente, chiara, ipnotica.
Questa performance fa parte del corpus di ricerca di Shirhan più recente dove il tema della voce viene messo in discussione: il modo in cui viene usata nella performance, registrata, e resa udibile. Anche la “lingua” araba è protagonista, posta in relazione alle lingue parlate, alla fonetica, accenti e ai dialetti. Alla base del lavoro vi sono le nozioni di rimozione e assimilazione, entrambe comprese sia nel senso di forma estetica, che come migrazione geografica. 

“Empty Orchestra” refers to the origins of the Japanese compound word ‘karaoke’: kara meaning “empty” and ōkesutora for “orchestra”. In this work, Urok Shirhan stages a public performance piece that concerns questions of nationality, synchronisation and belonging. 
This performance is part of Shirhan’s recent body of research that considers questions of the ‘voice’: the ways it is performed, recorded and made audible, as well as a wider understanding of the ‘tongue’ as relating to language, phonetics, accents and dialects. Underlying the work are notions of displacement and assimilation, understood both in the sense of aesthetic form as well as geographic migration.


ABOUT UROK SHIRHAN

Urok Shirhan, (1984, NL/IQ) è un’artista visiva. La sua ricerca esplora l’aspetto politico di suono e immagine in relazione all’identità (nazionale). Ha conseguito il suo Master alla Goldsmiths University di Londra ed è stata ricercatrice al Jan van Eyck Academy in Maastricht e al Ashkal Alwan di Beirut. Recentemente ha esposto al Arnhem Museum, 5th Moscow Biennial for Young Art e al Frascati Theatre, Amsterdam.

https://vimeo.com/urok

Urok Shirhan (b. 1984, NL/IQ) is a visual artist. Her work explores the politics of image and sound in relation to (national) identity. She holds an MA (Hons.) from Goldsmiths University in London and was a researcher at the Jan van Eyck Academy in Maastricht and Ashkal Alwan in Beirut. Recent presentations include Arnhem Museum, 5th Moscow Biennial for Young Art and Frascati Theatre, Amsterdam.

video e foto: Roberta Segata per Centrale Fies

2018