CF Augmented Residency
CUSCUNà26.jpg

Marta Cuscunà

MARTA CUSCUNà e paola villani in residenza per

Il Canto della Caduta

Il mito di Fanes si conclude con l'immagine dei pochi superstiti, nascosti nelle viscere della montagna, in attesa del tempo promesso della pace. Ma chi sono questi sopravvissuti a cui è affidata la rinascita dell'intero popolo perduto? Il mito racconta che sono bambini. Sette femmine e sette maschi. La loro infanzia rimane sospesa, incastrata nel tempo. Devono nascondersi, altrimenti verrebbero uccisi. Perché la guerra non risparmia nessuno. Nemmeno i bambini. Ho cercato di immaginarli e li ho visti nascosti sotto teste di topo, come i bambini disegnati da Herakut, duo tedesco di streetartists che ha lavorato in diversi campi profughi e zone devastate dalle guerre.

PREMIÈRE ITALIANA 26 ottobre 2018, Teatro Contatto_ Udine, Stagione 2018-19 del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

PREMIÈRE INTERNAZIONALE 15-16 febbraio 2019 , São Luiz Teatro Municipal, Lisbona


ABOUT MARTA CUSCUNA’

Sono nata a Monfalcone, piccola città operaia famosa per il cantiere navale dove si costruiscono le navi da crociera più grandi del mondo, e per il triste primato dei decessi per malattie causate dall'amianto. Il mio percorso formativo più importante prende avvio grazie a Prima del Teatro: Scuola Europea per l’Arte dell’Attore, dove incontro alcuni grandi maestri del teatro contemporaneo: Joan Baixas, con cui approfondisco i linguaggi del teatro visuale; José Sanchis Sinisterra, grazie a cui inizio a studiare drammaturgia; Christian Burgess e molti altri. Nel 2006 debutto all'estero in Merma Neverdies, spettacolo con pupazzi di Joan Mirò e regia di Joan Baixas, prodotto da Elsinor-Barcellona in esclusiva per la Tate Modern Gallery di Londra. Nel 2007 vado in scena con Indemoniate, spettacolo di Giuliana Musso e Carlo Tolazzi, regia di Massimo Somaglino. Nel maggio del 2009 torno a lavorare in Spagna nello spettacolo Zoé, incocencia criminal, produzione della Compañía Teatre de la Claca di Barcellona, diretta da Joan Baixas. Nel giugno del 2009 debutto con lo spettacolo inedito È bello vivere liberi! Progetto di teatro civile per un'attrice, cinque burattini e un pupazzo, di cui sono autrice e interprete.

https://www.martacuscuna.it

I was born in Monfalcone, little working class city known for the boatyard where the biggest cruises are built and for the sad record of high number of death for illness caused by asbestos. The most significant part of my education path started in Prima del Teatro: Scuola Europea per l’Arte dell’Attore where I met some great masters of contemporary theatre: Joan Baixas (visual theatre); José Sanchis Sinisterra (dramaturgy); Christian Burgess and many others. In 2006 I premièred abroad in Merma Neverdies, puppets show by Joan Mirò, directed by Joan Baixas and produced by Elsinor-Barcelona exclusively for Tate Modern Gallery in London. In 2007 I participated to Indemoniate, show by Giuliana Musso e Carlo Tolazzi, directed by Massimo Somaglino. In May 2009 I came back to Spain to work in the show Zoé, incocencia criminal, a production of the Compañía Teatre de la Claca di Barcellona, directed by Joan Baixas. In June 2009 I premièred with my first original performance È bello vivere liberi! Progetto di teatro civile per un'attrice, cinque burattini e un pupazzo as author and actress.

video e foto: Roberta Segata per Centrale Fies

2017