Benno steinegger ITA

Benno Steinegger

About

Dall'inizio del mio percorso artistico, investigo il tema dell'identità. Provo a rompere la superficie dell'apparenza per catturare la complessità delle identità in continuo cambiamento nella società contemporanea. I miei lavori questionano la stabilità delle identità e ambisce a costruire dispositivi che diano al pubblico la possibilità di riflettersi in essi e cogliere gli aspetti cangianti della propria identità.

In uno dei miei primi lavori, “Cecchini/Scharfschützen” (2006), ho investigato tracce comuni di identità locali del mio territorio, il Sud Tirol italiano. Lavorando con Codice Ivan, ho investigato l'identità in relazione con il pensiero di Guy Debord e con quella che definisce "Società dello Spettacolo" e il bisogno di andare oltre l'apparenza per trovare qualcosa di più profondo (“Pink, Me and the Roses”, 2009), connesso alla nozione di Felicità (GMGS_What the hell is happiness, 2011) e con la vita e la morte (Muori, 2013). ll mio recente video “Aderlass/Salasso” (2014) è un'azione che sblocca madre e figlio dall'identificazione con la violenza maschile. 

Tra il 2013 e il 2015 ho lavorato al progetto long-term "The Casting" che consiste in una investigazione sulle implicazioni politiche della ricerca della bellezza. Da questa ricerca, nascono diversi ritratti in forma di performance, di persone interessate a diverse forme d'arte come il teatro, la danza, il canto. "The Casting" diventerà un progetto per il web che parte dell'idea di documentare e riscrivere l'intenso processo di queste performance.

Links

Benno Steinegger

Gallery